Un recente studio dell’Osservatorio regionale per l’università e per il diritto allo studio universitario del Piemonte ha analizzato i risultati sul territorio nazionale dell’offerta abitativa per gli studenti degli enti di diritto allo studio delle regioni italiane. Fra i tanti indicatori analizzati, uno in particolare è motivo di grande soddisfazione per Adisu Puglia.

Nella classifica del grado di copertura delle domande di alloggi degli studenti fuori sede la Puglia è risultata prima con una percentuale altissima, il 76,4%, seguita dalle Marche con il 62,0 e via decrescendo da tutte le altre regioni. I numeri degli studenti idonei fuori sede sono rilevati da MIUR –Ufficio VIII;  i posti letto assegnati loro sono rilevati dall’Ufficio Statistico MIUR. Nel numero di posti letto non sono inclusi quelli gestiti dai Collegi statali o non statali legalmente riconosciuti.

Un risultato che in realtà corrisponde al quasi totale soddisfacimento delle domande, se si tiene conto della percentuale fisiologica di rinunce che ogni anno riguarda questo servizio.

In un tempo di classifiche sulla qualità della vita che spesso trova le città del sud e della Puglia in posizioni di bassa o bassissima classifica, questa performance dell’Adisu Puglia segna una decisa inversione di tendenza, e premia le politiche della Regione Puglia in materia di diritto allo studio.

Il valore di questo risultati è ancora più importante perché riguarda gli studenti universitari e rappresenta un concreto e verificabile impegno a fermare quella “fuga dei cervelli” che spesso è causata anche dall’impossibilità per i meritevoli e bisognosi di restare a studiare nella loro terra.