Lo scorso 22 maggio si è riunito Il Consiglio di amministrazione che ha approvato due Regolamenti in conformità a quanto previsto dal decreto legislativo n. 165/2001 (“Testo unico sul pubblico impiego”): il “Regolamento per il conferimento degli incarichi e delle funzioni dirigenziali” e il “Regolamento per il conferimento degli incarichi di lavoro autonomo”, la variazione al bilancio di previsione 2017/2019 a seguito dell’approvazione del rendiconto di gestione 2016 e, infine, un protocollo di intesa tra l’ADISU Puglia e il Comune di Triggiano per l’utilizzo in assegnazione temporanea di un dipendente del predetto Comune.

Di particolare importanza l’approvazione del regolamento per il conferimento degli incarichi dirigenziali, prevista nel Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017/2019, che rappresenta un adempimento mediante il quale l’Amministrazione disciplina i criteri per l’affidamento degli incarichi e, in modo particolare, la natura dell’incarico, gli obiettivi da conseguire, le attitudini e le capacità professionali del dirigente interessato.

Il regolamento per il conferimento degli incarichi di lavoro autonomo, sia di natura occasionale sia coordinata e continuativa, nasce anch’esso dall’esigenza dell’Agenzia di adeguarsi alle previsioni normative di cui al decreto legislativo n. 165/2001 e di dare seguito a quanto stabilito nel Piano triennale anticorruzione. In base ai principi generali di organizzazione amministrativa di matrice costituzionale gli enti pubblici devono, di norma, svolgere i compiti istituzionali avvalendosi di risorse umane già disponibili al proprio interno e, pertanto, l’affidamento di incarichi esterni non può prescindere da una previa ricognizione volta a verificare la presenza o meno all’interno dell’ente di professionalità competenti a rivestire l’incarico che si intende conferire.

In merito alla variazione al bilancio di previsione 2017/2019 il Consiglio ha approvato le modifiche relative al riaccertamento ordinario dei residui e al ricalcolo del correlato fondo pluriennale vincolato di cui all’art. 3, comma 4 del d.lgs. n. 118/2011 e s.m.i. unitamente alle variazioni degli stanziamenti di cassa a seguito della definizione dei residui attivi e passivi, previsti solo in via presuntiva. Approvata l’applicazione di quota parte dell’avanzo di amministrazione 2016 per € 603.404,91, da riversare alla Regione Puglia ai sensi dell’art. 40 della legge regionale n. 45/2013.

In conclusione, il Consesso ha approvato una convenzione con il Comune di Triggiano (BA), disciplinante le modalità di utilizzo in assegnazione temporanea – ai sensi del d.lgs. n. 165/2001 – di un dipendente del predetto Comune presso l’ADISU Puglia, per soddisfare la necessità dell’amministrazione di disporre di un’unità lavorativa in possesso di competenze professionali nella gestione dei processi amministrativi, in particolar modo relativamente alle attività di informazione e comunicazione in fase di riorganizzazione, secondo quanto previsto nel Piano della Performance aziendale.