Lo scorso 29 settembre si è riunito il Consiglio di amministrazione.

La prima deliberazione approvata concerne la variazione di assestamento generale del bilancio di previsione 2017 dell’Agenzia, il cui valore complessivo è pari a 19.492.294,00. Tale operazione consiste, a partire dal documento esecutivo di gestione, nella puntuale verifica degli stanziamenti di previsione allo scopo di salvaguardare l’equilibrio economico-finanziario di bilancio ed assicurare il conseguimento del pareggio contabile.

Le successive tre deliberazioni riguardano l’approvazione dei progetti esecutivi inerenti agli interventi di miglioramento della sostenibilità ambientale e delle prestazioni energetiche delle residenze universitarie “B. Petrone”, “R. Dell’Andro”, in Bari e “E. Giorgi”, in Lecce.

Difatti, l’Agenzia ha preso parte allo “Avviso pubblico per la partecipazione alle procedure di selezione di interventi riguardanti infrastrutture pubbliche preposti alla riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche residenziali e non, nonché all’integrazione delle fonti rinnovabili” – Asse IV – “Energia sostenibile e qualità della vita”. Tale bando, che ha messo a disposizione di tutte le amministrazioni pubbliche pugliesi la cifra di € 157.891.208,00, ha consentito a ciascuna amministrazione richiedente di presentare un numero massimo di tre istanze di finanziamento purchè riferite ad edifici differenti.

Il Consiglio ha poi preso atto dell’andamento del contenzioso dell’Agenzia nel primo semestre del 2017, esprimendo l’auspicio che l’attività amministrativa sia sempre improntata alla verifica di una composizione in via stragiudiziale di potenziali contenziosi che possano coinvolgere l’ADISU.

Successivamente, il Consesso ha preso in esame una vicenda giuridica iniziata diversi anni or sono con l’ing. Sassi, al fine di avviare un’azione di recupero del credito vantato dall’Agenzia in forza di sentenze emesse dal Tribunale di Bari, dalla Corte di Appello e dalla Corte di Cassazione tempo addietro, nei confronti dei figli del Sassi, i quali, con l’intervenuta dipartita dell’ingegnere, hanno acquisito la qualità di eredi e, in quanto tali, la titolarità dei rapporti patrimoniali del defunto padre.

Con la ratifica del decreto del presidente n. 9 dello scorso 27 settembre- “Costituzione in giudizio dell’ADISU Puglia dinanzi al TAR Puglia, Bari avverso il ricorso notificato dal RTP «CEngineering srl, Arch. Federico Verderosa, T.L.A. Associati»” il Consiglio ha convalidato l’atto emanato dal Presidente per la costituzione dell’Agenzia nel giudizio promosso dall’avv. Rossella Verderosa su istanza del Raggruppamento Temporaneo d’Impresa (RTP) “CEngineering srl, Arch. Federico Verderosa, T.L.A. Associati”.

Infine, con le successive ultime due deliberazioni il Consiglio ha provveduto ad approvare il regolamento del servizio di ristorazione, anno accademico 2017/2018 e il regolamento del servizio abitativo.
Per quanto concerne il secondo, l’unica variazione rispetto al passato è rappresentata dall’integrazione  di seguito indicata:

•    Art. 8, comma 4, lett. a) – al terzo rigo si aggiunge la specificazione evidenziata in grassetto: “(…) fatto salvo l’uso delle attrezzature in dotazione all’angolo cottura degli spazi comuni (…)”.